Mattia Pasini nasce il 13 agosto 1985 e sale sulla prima minimoto all’età di tre anni.

Trascorre l’infanzia gareggiando nei campionati italiani ed europei, e dopo vittorie e successi, nel 2004 debutta nella classe 125 del motomondiale in sella ad una Aprilia del team Safilo Carrera – LCR. L’anno successivo passa al team Totti Top Sport – NGS, vincendo due Gran Premi e conquistando numerosi podi.

Torna in Aprilia nel 2006, anno in cui raccoglie nuovi podi e vittorie, conquistando la quarta posizione nella classifica mondiale. Nel 2007 vince altre quattro gare e si prepara al passaggio in 250cc.

L’esordio nella nuova categoria passa alla storia grazie ad una strepitosa vittoria nel primo Gran Premio, in Qatar. Podi e vittorie continuano ad accumularsi anche nelle stagioni successive, e nel 2009, in particolare, vince il GP d’Italia dopo un’epico e indimenticabile duello con Marco Simoncelli.
Lo stesso anno sale in sella anche su una MotoGP del team Ducati Pramac.

Nel 2010 e nel 2011 Pasini cambia squadra per affrontare la nuova avventura in Moto2, che lo vede misurarsi con il team Ioda Racing Project in gare spettacolari con un numero maggiore di piloti.

L’anno successivo affronta una difficile stagione in MotoGP con il team Speed Master, a bordo di una ART GP12.

Continua la carriera in Moto2 con il team NGM Mobile Racing, dove resta per due anni prima di approdare nell’attuale squadra Italtrans, con la quale dimostra una crescita importante nel 2016 che esplode, nel 2017, con la vittoria al Mugello, quattro podi e una lunga serie di pole position.

Il 2018 è il terzo anno consecutivo con Italtrans.

Vedi sito: www.mattiapasini.it